Ketty&Tommy Chi siamo
Ketty & Tommy

Ketty e Tommy

Ketty e Tommy Campanella sono da diversi anni i titolari dell’Osteria Ticino da Ketty & Tommy ad Ascona www.osteria-ticino.ch e sono ora alla seconda generazione.
Con l’acquisizione dell’Albergo Carcani sulla piazza di Ascona nell’autunno 2020, inizia un nuovo capitolo nella vita dei ristoratori purosangue.
Dopo aver studiato linguistica e turismo, Ketty ha acquisito esperienza in hotel di lusso.
Da febbraio 2013 gestisce l’Osteria insieme al marito Tommaso Campanella. “Tommy”
La famiglia di Tommaso è una vera famiglia di ristoratori. Alcuni ristoranti italiani sul Lago di Costanza sono tra i maggiori successi, in particolare il Ristorante la Mezzaluna. Dopo aver completato la sua formazione, Tommaso si è trasferito in Svizzera, dove si è fatto strada fino a posizioni dirigenziali in esclusivi hotel a 5 stelle durante i suoi 10 anni di carriera.

Le strade dei due ristoratori si sono incrociate nel 2007 in un hotel di lusso ad Ascona, e da allora Ketty & Tommaso sono state inseparabili. Con il sogno del lavoro autonomo, hanno rilevato l’attività dai genitori di Ketty per mettere in pratica tutto il loro know-how accumulato.
“Venite a trovarci presto e lasciatevi coccolare dal nostro servizio di prima classe e dalla calda ospitalità ticinese! A presto.” Ketty e Tommy

Il nostro Albergo Carcani by Ketty & Tommy era un castello

Ecco la storia

Ascona contava, nel passato, quattro castelli, posti sulle alture circostanti a difesa e controllo della navigazione sull’alto Verbano e collegati tra di loro da passaggi sotterranei: S. Michele, S. Materno, dei Grillioni (o Ghiriglioni), dei Carcani. Di alcuni di essi sono ancora visibili delle rovine o delle parti, inglobate in costruzioni posteriori.
Il castello di S. Michele, nei pressi della chiesa omonima, su una rupe, fu dato in feudo alla famiglia Duni dai vescovi di Como nel XII-XIII secolo. Già nel ‘600 di esso sopravvivevano solamente due torri e una chiesetta, sulla quale fu edificato l’oratorio attuale. Della costruzione non è rimasto praticamente niente.
Il castello di S. Materno, anch’esso di origine altomedioevale, è testimoniato da pochi resti nei pressi dell’oratorio omonimo.
Il castello dei Ghiriglioni, sul lungolago, risale probabilmente al XIII secolo e fu dimora di una nobile famiglia milanese. Parzialmente distrutto nel 1513, i resti sono oggi incorporati nella costruzione dell’Albergo Castello e nelle abitazioni vicine; visibili due torri e parte delle mura. Seguendo via Ghiriglioni, di fianco all’albergo, si raggiungono due antiche porte facenti parte della cinta muraria.
Del castello dei Carcani “l’attuale Albergo Carcani”, che sorgeva al centro del borgo, purtroppo non è rimasta traccia ma vive la sua Legenda.